Vi avevamo parlato dei tanti problemi dello stadio storico di Aci Catena ovvero il “Nino Bottino”. Oggi vi riportiamo delle novità per ciò riguarda l’altro impianto sito nel comune di Aci Catena cioè il Polivalente.

I fondi statali del bando “Sport e Periferie”, arrivano in soccorso del Polivalente sportivo di Aci S. Filippo. A comunicarlo il sindaco Nello Oliveri, d’intesa con gli assessori allo Sport Avv. Alfio Grasso e ai LL.PP. Giovanni Pulvirenti.

Su richiesta dell’Amministrazione del sindaco Nello Oliveri, il Comune ha ricevuto un finanziamento di 696 mila euro, cifra che permetterà la copertura della gradinata centrale con tettoia in legno lamellare, l’installazione di un parco fotovoltaico da 15 kw (60 i pannelli in silicio che saranno disposti sulla copertura), il sistema di riscaldamento spogliatoio e sanitari con nuovi sistemi termici. “E’ un finanziamento per il quale abbiamo lavorato e che adesso certifica la bontà dell’idea e che finalmente completerà la struttura sportiva” commenta l’assessore ai lavori pubblici, Giovanni Pulvirenti. Il progetto definitivo dei lavori è già pronto.

Realizzato con i fondi residuali per l’impiantistica sportiva di “Italia 90”, fu inaugurato oltre 15 anni fa. Da subito, il Polivalente divenne casa da gioco dell’”Acr Aci Catena Calcio” in D. La pista di atletica leggera, nel contempo, fu tra le più utilizzate della provincia, non tanto per le competizioni quanto per le sedute di allenamento anche di atleti impegnati in gare nazionali e internazionali. Poi, però, l’accumulo dei costi, una serie di criticità strutturali, la squadra non più in D, portarono al progressivo abbandono della struttura. Ripreso dai capelli appena qualche anno fa, adesso la notizia della “tirata a lucido” che dovrebbe rendere davvero “appetibile” l’impianto sportivo, per l’utilizzo del quale – poche settimane fa – l’Amministrazione ha varato un disciplinare di concessione e gestione quinquennale, dietro corresponsione di un canone annuo.