Dopo una lunga telenovela nel mese di luglio, il Presidente Lamantia ha iscritto al campionato di Eccellenza 2021/22 l’Aci Sant’Antonio Calcio. Una stagione che non è stato possibile programmare ma che il club santantonese sta cercando sistemare sotto tutti i punti di vista: tecnici, dirigenziali e prestazionali. Abbiamo raggiunto proprio Pino Lamantia per affrontare tutte queste tematiche e non solo.

Inizio di stagione difficile sul fronte societario vista l’iscrizione effettuata l’ultimo giorno disponibile. Cosa è successo in quei giorni e cosa l’ha convinta ad iscrivere la squadra?

“Si sicuramente un inizio di stagione anomalo per il mio modo di vedere il calcio, ovvero priva di programmazione in quanto ci siamo iscritti pochi minuti prima della scadenza perentoria.
Tutto nasce dalla volontà di cedere il titolo, cessione che poi non è avvenuta e che ha fatto si che ci iscrivessimo chiaramente in ritardo ma con la volontà di disputare un campionato dignitoso.

La mia scelta è scaturita in primis dal non voler rovinare quattro anni di lavoro per il calcio ad Aci Sant’Antonio e per i nostri fantastici tifosi che hanno dimostrato tanto attaccamento così come abbiamo visto nella semifinale play off di Enna con il Siracusa.”

Un’altra problematica è stata quella del campo sportivo con gli allenamenti che sono stati spostati a Lavinaio. Il Comunale che problemi presentava? Sarà disponibile già per il ritorno di Coppa?

“Ben detto possiamo usare il passato ovvero è stata, dato che da oggi, in accordo con l’amministrazione comunale, che colgo l’occasione per ringraziare, abbiamo ricominciato ad allenarci nel campo comunale di Aci Sant’Antonio. La struttura ha avuto bisogno di un po’ di manutenzione del terreno che adesso si sta riprendendo da un’estate torrida e da qualche problema all’impianto di irrigazione.

Adesso l’impianto è di nuovo disponibile e lo sarà anche per il ritorno di coppa e noi, come società, siamo pienamente disponibili a collaborare con l’amministrazione comunale qualora fossero necessari interventi straordinari per migliorare le condizioni dell’impianto al fine di non avere altri problemi simili.”

Parlando della squadra e vedendo la prima uscita stagionale (sconfitta in Coppa contro il Viagrande) sembra che siano necessari rinforzi. Arriveranno altri giocatori per puntare a mantenere la categoria o ci si potrebbe aspettare qualche mossa a sorpresa per una stagione più ambiziosa?

“La prima uscita stagionale ha evidenziato il nostro ritardo di preparazione e la necessità di aggiungere elementi che ci possano permettere di mantenere serenamente la categoria.
Per fare ciò stiamo cercando di strutturare la società avvalendoci, a breve, di figure dirigenziali che possano affiancare il nostro Direttore Generale Gabriele Orofino che non ha mai smesso di lavorare praticamente dalla ripresa della precedente stagione.”

In conclusione Pres. Lamantia, ci sarà qualche novità anche a livello societario e commerciale (vedi sponsor)?

“A livello societario, come abbiamo sempre fatto, siamo aperti a nuovi partner e sponsor che devo dire si stanno già avvicinando credendo nel nostro proseguo di un progetto ormai quinquennale e stiamo già lavorando ad una campagna marketing che ci permetta di fare sempre meglio per noi e per i nostri partner.

Concludo con un saluto caloroso ai nostri tifosi ai quale chiedo di starci, come sempre, vicini.”