Nel corso di un servizio finalizzato al controllo delle attività produttive, industriali e commerciali ambito emergenza covid-19, i Carabinieri della Stazione di Zafferana Etnea, coadiuvati dai colleghi del N.I.L. di Catania, nonché da personale del Dipartimento Prevenzione Veterinaria di Acireale e dell’A.S.P. di Catania, hanno ispezionato diversi locali riscontrando quanto segue: la presenza in un bar di piazza Umberto di ben 13 lavoratori subordinati senza la preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro (13 su 13 presenti); nonché all’interno dei banchi frigo del medesimo esercizio pubblico la conservazione di 13 Kg di carne mista priva di tracciabilità.

Al termine del controllo è stata disposta dal personale dell’ASP la sospensione delle operazioni di ristorazione con somministrazione di alimenti e bevande a tempo indeterminato, fino alla messa a norma delle carenze igienico sanitarie riscontrate.
Complessivamente sono state irrogate sanzioni amministrative per oltre 60.000 euro ed operati recuperi I.N.P.S. e I.N.A.I.L. per oltre 15.000 euro.