Il sindaco Nello Oliveri d’intesa con l’assessore ai Tributi Chiara Milazzo, informa la cittadinanza che il Comune di Aci Catena ha già avviato le attività di contrasto agli evasori del servizio idrico.
Sono stati disposti i sopralluoghi da parte dei tecnici comunali e dei dipendenti della società Telereading srl, in presenza di una pattuglia della Polizia Municipale.

A seguito dei primi controlli già effettuati, sono stati rilevati e denunciati 5 utenti per furto di acqua. Per il reato di furto aggravato, è prevista la pena della reclusione da 2 a 6 anni e il pagamento della multa da 927,00 euro a 1.5000,00. Del fatto risponde non solo chi ha materialmente commesso l’allaccio abusivo, ma anche chi, più semplicemente, ne ha tratto profitto come è stato accertato dagli agenti di Polizia Municipale.

Pertanto, si invitano coloro che ad oggi non sono in possesso di regolare contratto idrico, di recarsi urgentemente all’ufficio Tributi – Servizio Acquedotto – sito in via Palestra, 28 (primo piano)
per regolarizzare la propria posizione.

Gli eventuali evasori accertati verranno segnalati alle competenti Autorità Giudiziarie. Il sindaco Nello Oliveri si esprime così: “I controlli verranno estesi a tappeto su tutto il territorio comunale e gli utenti con allacci abusivi, non solo avranno la sospensione dell’allaccio dell’acqua, ma verranno denunciati all’autorità giudiziaria. Cercheremo anche di scovare anche quei tecnici che si prestano a questo tipo di situazione di illegalità, in casi simili, oltre ad essere denunciati all’autorità giudiziaria, verranno segnalati alla Camera di Commercio per i dovuti provvedimenti sanzionatori”.