Ad Adrano, il Comune ha incrementato la lotta a chi sporca l’ambiente coinvolgendo i cittadini, attrezzandosi di strumenti tecnologici, con delle finalità mirate, messe in atto dal commissario straordinario Angelo Sajeva. Il Consiglio comunale ha avallato il «Regolamento per la gestione di un sistema cittadino di video sorveglianza denominato “Adotta una telecamera“».

L’articolo 2 del regolamento recita come la finalità debba essere il controllo e l’impedimento delle azioni di chiunque violi le norme in materia di tutela ambientale; ma anche anticipare fatti criminosi diretti contro il patrimonio comunale, quindi tutelare la sicurezza urbana. Si pensa di aumentare il numero delle telecamere di sicurezza nella città e con l’aiuto del cosiddetto “grande fratello” far nascere un qualsiasi mezzo per rendere difficili casi di inciviltà a tutela dell’ambiente e della sicurezza in generale.

Il cittadino è chiamato ad aderire al progetto installando una telecamera in una specifica area, ma a proprie spese. Il tutto nella massima tutela e garanzia dell’anonimato in quanto le sue immagini andranno raccolte dal Centro di gestione e controllo del Comune, con sede al Comando di Polizia Municipale a palazzo Bianchi. Immagini accessibili solo al personale autorizzato e alle Forze dell’ordine. I cittadini interessati ad “Adotta una telecamera”, dovranno presentare richiesta utilizzando un apposito modulo e poi apporre l’avviso della presenza delle telecamere. A breve sarà pronto un regolamento che possa essere esteso anche a delle associazioni.

(articolo scritto in collaborazione con Salvo Re)

Un pensiero su “Adrano, parte il programma “Adotta una telecamera””

I commenti sono chiusi.