Sono passati sei mesi da quando il Palavolcan di Acireale è stato affidato in gestione da parte del Comune, al raggruppamento temporaneo di imprese denominato “Acireale per lo sport “, costituito dall’ASD Top Five Acireale e da CSI (Centro Sportivo Italiano). Ad oggi non c’è nessuna programmazione per la nuova stagione agonistica, che si spera, Covid permettendo e grazie ai vaccini, possa essere libera.

Forse perché l’ente locale, magari presa dalla manutenzione straordinaria per ciò che concerne il rinnovo della certificazione antincendio da parte dei vigili del fuoco, per ottenere l’agibilità della struttura, in prossimità dello svolgimento del Trofeo nazionale Tiezzi di freestyle organizzato dalla Federazione regionale guidata dall’acese Massimiliano Trovato. Ecco, forse, la motivazione. A prendere posizione è Paolo Panebianco, presidente del Basket Acireale che dichiara di aver scritto agli organi preposti al Comune, al gruppo che gestisce il Palavolcan per iniziare a gettare le basi per poter usufruire dell’impianto. Ma nessuna risposta ricevuta.

In “aiuto” è intervenuto, attraverso un tavolo tecnico, anche il vicepresidente del Coni Sicilia, Enzo Falzone: il risultato, purtroppo, non è cambiato. Il presidente Panebianco evidenzia i trentasei anni di attività e fra le dieci squadre di Serie C siciliane partecipanti a un campionato nazionale, chiede solamente di non far affondare il Basket Acireale e di ricevere, a breve, una risposta. Società che il prossimo 7 luglio dovrà comunicare il luogo dove giocare le partite; ma se non dovesse arrivare una risposta, si dovrà emigrare nel capoluogo. E questa, sicuramente, non sarebbe una bella decisione… Il presidente Panebianco comunque assicura che la società continuerà l’attività.

(articolo scritto in collaborazione con Salvo Re)

Un pensiero su “Acireale, Palavolcan: tutto tace per il Basket Acireale”

I commenti sono chiusi.