Risultati a sorpresa, primi verdetti e ritorno del pubblico sugli spalti. Questo e tanto altro è accaduto nelle partite della Poule A mentre la Poule B ha osservato un turno di riposo. Ma andiamo a vedere nel dettaglio cosa è accaduto nella 2ª giornata dei playoff.

Iniziamo dal primo quadrangolare in cui c’è stato il primo grande colpo di scena di questi playoff: il Giarre, imbattuto fin qui in stagione, perde di misura sul campo dell’Enna. Padroni di casa che passano in vantaggio col solito Navarrete, bravo ad anticipare difensori e portiere, sul cross basso di Franzino involatosi sulla sinistra. Giarre che ha due chance per pareggiare entrambe con Agudiak ma Truppo si oppone respingendo le conclusioni dell’attaccante. Tutti si aspettano il cambio di marcia della squadra di Cacciola nella ripresa grazie anche agli inserimenti dalla panchina di Famà, Concialdi e Savasta ma l’Enna non subisce quasi nulla se non un pericoloso colpo di testa di Famà, finito sull’esterno della rete.

Approfitta dal ko del Giarre, l’Igea che vince la seconda partita consecutiva in casa battendo l’Atletico Catania 2-1 e si prende la vetta solitaria del quadrangolare. Partita però tutt’altro che semplice per la squadra di Furnari perché il primo tempo è molto equilibrato senza occasioni da gol e si chiude a reti bianche; poi, nella seconda frazione di gioco, i messinesi rischiano molto in un paio di frangenti ma sbloccano il punteggio su rigore, molto contestato dalla squadra atletista, realizzato da Biondo. Atletico che non ci sta e reagisce pareggiando la contesa con Siclari su corner di Zumbo. La squadra di Coppa crede sempre più nel colpaccio e sfiora anche il clamoroso vantaggio quando prima Marino si fa ipnotizzare dal portiere e, sul proseguo dell’azione, il pallonetto di Pavisich viene respinto da un difensore sulla linea di porta. Gol sbagliato gol subito perché, sul ribaltamento di fronte, Mondello crossa dalla sinistra per Carrello stoppa e tira per il 2-1 finale.

Situazione dunque apertissima per il passaggio del turno: all’Igea basterà un punto per qualificarsi ma dovrà conquistarlo sul campo del Giarre che invece ha disperato bisogno di vincere ma potrebbe non bastare qualora l’Enna dovesse battere l’Atletico Catania a domicilio: conterà infatti, lo ricordiamo, la differenza reti delle squadre dato che lo scontro diretto non è considerato ai fini di un arrivo a pari punti.

Nel secondo quadrangolare invece abbiamo già la prima qualificata: il Siracusa. La formazione di Ignoffo infatti vince in casa del Ragusa condannandolo alla matematica esclusione. Decide un gol di Grasso allo scadere del primo tempo ma Ragusa che si mangia le mani per aver colpito due legni: uno con Floro sul risultato di 0-0 e l’altro al 75′ sullo 0-1 colpito da Borrometi, autore di una conclusione fantastica. Ragusa che ha chiuso il match in dieci per l’espulsione per doppio giallo di Miano.

Non centra ancora il traguardo della semifinale, l’Aci Sant’Antonio bloccato sull’1-1 in casa dalla Jonica. Partita molto combattuta con l’Aci che fa fatica a rendersi pericoloso vista l’assenza per squalifica del capocannoniere del torneo Giannaula. Succede tutto nella ripresa quando i santantonesi rompono l’equilibrio con una meravigliosa semirovesciata del migliore in campo D’Emanuele. Un 1-0 che dura solo tre minuti perché la Jonica pareggia, dopo un batti e ribatti, con Torres, autore di tre reti in due partite contro l’Aci. La squadra di Torrisi prova in tutti i modi a trovare il gol qualificazione lasciando così qualche contropiede agli avversari ma Cirnigliaro è bravo e attento a salvare i suoi in un’occasione. Chance finale che è firmata sempre D’Emanuele ma il suo tiro dal limite viene respinto dal portiere classe 2004 Bartolotta.

Aci Sant’Antonio comunque che dipenderà sempre da sé stesso: basterà un punto domenica contro il Siracusa, già qualificato, per raggiungere la semifinale. I santantonesi potrebbero anche perdere se la Jonica non dovesse battere il Ragusa o anche se vincesse ma bisognerebbe, in questo caso, calcolare la differenza reti.

Il programma di Poule A e Poule B di domenica 6 giugno

POULE A

QUADRANGOLARE 1

Giarre – Igea

Atletico Catania – Enna

QUADRANGOLARE 2

Siracusa – Aci Sant’Antonio

Jonica – Ragusa

POULE B

Triangolare

Palazzolo – Mascalucia San Pio X

Riposa: Virtus Ispica

Accoppiamento

Carlentini – Acicatena (andata 3-2)