Non sono bastati gli avvisi da parte del comune di Aci Sant’Antonio nei confronti degli furbetti dell’immondizia. Infatti, nonostante l’apposizione dei bollini di non conformità sui sacchi dell’immondizia, gli incivili, invece di porre rimedio, stanno usando via Lavina nei pressi del plesso scolastico inutilizzato come vera e propria discarica lasciando i rifiuti non conformi.

Si è soffermato su questo problema, il consigliere della Lega Salvo Contarino: “Apprezziamo il lavoro compiuto dall’assessore Rocca ma ciò ancora non basta. Auspichiamo che al più presto l’annoso problema di via Lavina possa essere risolto”.

Sono intervenuti sulla questione anche il sindaco Santo Caruso e l’assessore Quintino Rocca: “In realtà Lavina è una delle località del paese dove la cittadinanza risponde meglio alla raccolta differenziata, sono pochi i casi isolati in cui questo non avviene e si sta lavorando per risolverli. In via Lavina si è deciso di collocare una fototrappola per riuscire a individuare e sanzionare chi non svolge la corretta differenziazione del rifiuto”.