Un turno ricco di vittorie in trasferta dove spiccano la vittoria dell’Igea sul campo del Carlentini e quella del Ragusa ad Aci Sant’Antonio. Unica affermazione casalinga firmata dal Giarre che batte l’Enna confermandosi in vetta alla classifica. Questo e altro nel punto sulla dodicesima giornata del girone B di Eccellenza.

Grande prova di forza della capolista Giarre che sconfigge 2-0 l’Enna in un match tutt’altro che semplice. La squadra di Cacciola infatti, dopo qualche sofferenza e un paio di ottime parate di Barbagallo, passa in vantaggio con Iraci, assistito da Agudiak. Padroni di casa che però restano in dieci uomini per la doppia ammonizione di Privitera al 42′. Il Giarre non si scompone mantenendo la calma e addirittura, in chiusura di frazione, raddoppia con Agudiak. Enna che non riesce ad impensierire gli avversari nonostante la superiorità numerica uscendo così ancora sconfitta perdendo anche l’ottavo posto in classifica. Nota negativa per Cacciola, l’infortunio al ginocchio di Leotta.

Occupa la terza posizione in graduatoria, alle spalle del Siracusa che come Jonica e Virtus Ispica ha riposato, l’Igea: la squadra di Furnari ritrova la vittoria dopo il pari casalingo contro l’Aci Sant’Antonio battendo a domicilio il Carlentini. Una partita molto complicata in cui la formazione di Jemma ha perso alla mezzora il miglior marcatore, Scapellato, per infortunio. Le occasioni non sono mancate in particolare clamorosa quella di Crisci quando, davanti a Lo Monaco, ha mancato il gol del possibile vantaggio. Igea spietato che al 72′ ha trovato il gol vittoria con Mondello approfittando di un errore di Sanfilippo.

Gran colpo in trasferta del Ragusa che supera 1-2 l’Aci Sant’Antonio. Ospiti che disputano un match ordinato intasando tutti gli spazi all’attacco santantonese e sfruttano al massimo le occasioni avute. Due i momenti di svolta della partita: l’errore di Spampinato in fase di appoggio che permette a Battaglia di involarsi verso la porta, il difensore per cercare di rimediare commette fallo al limite dell’area e viene espulso. Dalla seguente punizione, Valenca porta avanti i suoi. Aci che reagisce e ha l’opportunità di pareggiare con un rigore di Giannaula ma il capocannoniere del torneo spedisce il pallone alto. Ragusa che poi chiude i conti con un bel gol di Sangare. A nulla serve la rete dell’1-2 di Catania. La squadra di Raciti scavalca proprio l’Aci Sant’Antonio in quinta posizione.

Dopo tre turni senza vittorie, ritrova i tre punti l’Atletico Catania imponendosi per 0-2 nel derby etneo contro il Mascalucia San Pio X. Il tecnico atletista Coppa schiera una formazione a trazione anteriore con Timpano, Siclari, Calì e Pavisich tutti dal primo minuto; una scelta che paga perché proprio Timpano e Siclari realizzano le marcature della meritata vittoria per quanto visto nell’arco dei novanti minuti di gioco. Da segnalare, nel finale, l’espulsione per fallo di reazione di Orazio Borzì in casa San Pio.

Concludiamo con la vittoria a sorpresa dell’Acicatena sul campo del Palazzolo anche questa per 0-2. Padroni di casa furenti con le decisioni arbitrali dato dopo soli 30′ si sono ritrovati in nove per le espulsioni di Magro e Fernandes. Catenoti che sfruttano poi nella ripresa la superiorità numerica conquistando il successo grazie al rigore di Licata e alla rete del classe 2003 Platania. Acicatena che lascia così l’ultima posizione staccando il Mascalucia San Pio X.

Il programma della tredicesima giornata

Enna – Palazzolo

Giarre – Jonica F. C.

Ragusa – Carlentini

Siracusa – Mascalucia San Pio X

Virtus Ispica – Aci Sant’Antonio

Riposano: Igea, Acicatena e Atletico Catania