Un Acireale dai due volti non riesce a battere un gagliardo Castrovillari allo Stadio “Aci e Galatea”. Un primo tempo giocato dai ragazzi mister De Sanzo alla grande con una formazione per 10/11 uguale a quella che era scesa in campo a Licata, nel recupero giocato la domenica precedente.

Ottimo l’approccio alla gara degli acesi che sfiorano il gol in più occasioni, per poi riuscire a sbloccare la partita con il solito De Felice, sempre più bomber della squadra ed autore di un gran bel gol. Non paghi del vantaggio i granata continuano a creare azioni su azioni fino a realizzare il secondo gol con il giovane La Vardera. Così si chiude la prima frazione di gioco.

Il secondo tempo vede rientrare l’Acireale rilassato; forse sicuri del doppio vantaggio i granata assumono un atteggiamento diverso da quello visto nel primo tempo, e tutto questo ha favorito e ricaricato il Castrovillari , che pur attaccando, quasi mai hanno impegnato Ruggiero. E così Bonanno con un rasoterra accorcia le distanze per poi realizzare su rigore, assegnato dall’arbitro, lontano dall’azione e con molta magnanimità, il gol del pareggio. E già si era all’89’, come il gol subito la scorsa domenica a Licata che priva gli acesi di tre punti che sarebbero stati nel complesso meritati.

Al 2′ Tumminelli, dopo uno scambio perfetto, viene messo giù. Ma per l’arbitro, non vicino all’azione, è tutto regolare. Al 14′ splendida azione e gol di ottima fattura di De Felice che si inserisce nello spazio tra due avversari e, dopo averli superati, dal vertice dell’area piccola, scarica una saetta sotto la traversa del portiere.

Ancora Acireale in avanti: il bravo Russo mette un invitante pallone per De Felice, una spina nel fianco per la difesa orchestrata dall’ex Manes, e con un diagonale sfiora il secondo gol. Poco dopo la mezzora, raddoppio acese: Cozza batte un angolo con il giovane La Vardera che di testa realizza.

La ripresa vede i granata meno brillanti e lucidi nelle giocate, mentre gli ospiti spingono di più, ma senza essere pericolosi. Ma ecco che Bonanno, all’improvviso, con un preciso rasoterra, riapre la partita.

Match che sembra avviarsi stancamente alla fine, invece si ravviva negli ultimi dieci minuti con l’espulsione di Cinquegrana per doppia ammonizione e, al minuto 89′, l’arbitro concede un rigore, apparso molto dubbio, in quanto De Pace tocca nettamente il pallone anticipando Bonanno, prima di finire entrambi a terra. Lo stesso Bonanno realizza  spiazzando Ruggiero.

Tanto rammarico per l’Acireale a cui il pari sta stretto specie per tutte le occasioni sprecate nel primo tempo e per aver difeso senza affanno le velleitarie azioni degli avversari.

Il tabellino di Acireale-Castrovillari 2-2

Acireale: Ruggiero, La Vardera(81′ Celentano), Strumbo, De Pace(90′ Buffa), Savanarola, De Felice, Cozza, De Souza(59′ Ba), Cannino, Russo(72′ Ndiaje), Tumminelli (85′ Mauceri). All. Fabio De Sanzo.

Castrovillari: Rizzitano, Greco(52′ Indelicato), Manes, De Caro(81′ Di Dato), Tuninetti(52′ Fernandez), Bonanno(91 Mileto), Ielo, Principi, Emmanouil, Cinquegrana, Capua. All. Nicolò Terranova.

Arbitro: Fabio Cevenini di Siena

Reti: 14′ De Felice, 33′ La Vardera, 58′ e 89′ (rig.) Bonanno

Espulso: 83′ Cinquegrana per doppia ammonizione

(articolo scritto in collaborazione con Salvo Re)