Turno infrasettimanale in cui non sono mancate le emozioni con il big match di alta classifica fra Giarre e Siracusa che si è concluso in parità. Enna travolgente mentre continua a sorprendere la Jonica. Hanno riposato Igea, Aci Sant’Antonio e Virtus Ispica. Di seguito il punto sulla decima giornata del girone B di Eccellenza.

Cominciamo proprio dalla partita Giarre-Siracusa. Ottimo primo tempo della formazione di Ignoffo che punta ancora su Catania centravanti ma a passare in vantaggio è la capolista con un rigore di Concialdi. Ospiti che continuano però a fare la partita e trovano il pari con Sidibe. Poi le ottime parate del portiere di casa Barbagallo permettono al Giarre di chiudere la prima frazione in parità. Nella ripresa, la squadra di Cacciola prende il comando delle operazioni grazie soprattutto alle forze fresche messe dalla panchina ma il Siracusa regge e porta a casa un punto che gli consente di mantenere invariato il distacco dai rivali (meno quattro).

Sale prepotentemente in quarta posizione la Jonica che vince 3-1 contro il Carlentini. Santateresini avanti subito grazie al terzo gol nelle ultime tre partite di Torres. La spinta della Jonica non si ferma e Ortiz raddoppia con una botta da fuori area sulla quale Sanfilippo avrebbe potuto fare qualcosa di più. Gli ospiti reagiscono nel secondo tempo colpendo una traversa con Saccullo ma rimangono poi in dieci per il rosso a Bonaccorso. Nonostante l’inferiorità numerica, la squadra di Jemma accorcia le distanze col penalty di Scapellato ma è un fuoco di paglia perché ancora Ortiz chiude definitivamente i conti.

Travolgente prestazione dell’Enna che demolisce 5-0 il fanalino di coda Acicatena in una partita senza storia che la squadra di casa ha chiuso in soli 38′ segnando quattro volte con Diop, Navarrete, Cocuzza e Girgenti. Completa la grande giornata la quinta rete di Parisi.

Colpo in trasferta del Ragusa che viola il Bonaiuto Somma battendo 2-1 il Mascalucia San Pio X. Ragusani in vantaggio con la splendida punizione di Valenca ma Mascalucia che gioca bene sfiorando anche il pari con Borzì. Nella seconda frazione di gioco, tanti episodi arbitrali controversi: il neo entrato Gruttadauria si prende un rosso diretto per un braccio largo e lascia la San Pio in dieci fra le proteste. Nonostante ciò, la formazione di casa pareggia con Furnò. Altre proteste al 70′: Gambino, già ammonito, colpisce il pallone con la mano, l’arbitro fischia la punizione ma non ammonisce per la seconda volta il numero nove ragusano. Ad un quarto d’ora dalla fine, il Ragusa si conquista un rigore per fallo di mano di Pissinis: penalty che Floridia realizza per l’1-2 finale.

Ultimo match della decima giornata, il pareggio per 1-1 fra Palazzolo e Atletico Catania. Una partita dura in cui il gioco effettivo è stato pochissimo, specialmente nella ripresa. Padroni di casa avanti nel punteggio con Stelli ma raggiunti poco dopo da Llama. Entrambe le squadre hanno avuto poi occasioni per vincere: l’Atletico con un tiro di Timpano, il Palazzolo con Diallo e il palo di Stelli.

Il programma dell’undicesima giornata

Si torna in campo nel fine settimana. Questi gli incontri in programma:

Acicatena – Giarre

Enna – Jonica

Igea – Aci Sant’Antonio

Siracusa – Palazzolo

Virtus Ispica – Mascalucia San Pio X

Riposano: Carlentini, Ragusa, Atletico Catania