La partecipazione alla terza edizione del concorso letterario “Sicilia Dime Novels” è gratuita e ad organizzarla è l’associazione culturale “Mascalucia Doc“. “Dime Novels”, genere di racconti popolari (short stories), corrisponde ai penny dreadful britannici, diffusosi nel XIX secolo negli Stati Uniti d’America. Il nome si riferisce al basso costo, tradotto letteralmente in “novelle da due soldi”, in contrapposizione ai romanzi d’amore che le donne dell’alta borghesia acquistavano. Nel 1860 fu pubblicata la prima “Dime Novels” che costava un dime ed ebbe un gran successo.

Francesca Calì, presidente di Mascalucia Doc, spiega che il concorso letterario mette in risalto lo stile di scrittura scorrevole, adatta a tutti i lettori e di facile coinvolgimento: dalla prima all’ultima pagina. La giuria, leggendo il titolo si aspetta un’impronta siciliana in riferimento all’ambientazione, l’origine dei personaggi e nel racconto di tradizioni e cultura locale. Anche quest’anno ci sarà la sezione speciale “C’era una volta in Sicilia….”, voluta dall’associazione per valorizzare ed evidenziare i racconti popolari per bambini di ispirazione e caratterizzazione prettamente siciliana, rivolti al pubblico dell’infanzia. Includerà, come evidenziato dagli organizzatori, racconti fiabeschi, fantasy, creativi, fiabe popolari della Sicilia, che dovranno pervenire all’indirizzo siciliadimenovels@gmail.com entro le 24:00 del 30 giugno.

Il vincitore del Sicilia Dime Novels riceverà il premio a Mascalucia in sede e data da definire, ed a tutti i partecipanti verrà consegnato un attestato di partecipazione; i primi tre classificati riceveranno un trofeo ricordo. Inoltre, in questa edizione, saranno istituiti due premi speciali intitolati al compianto scrittore Andrea Camilleri e all’attore mascaluciese Mario Re designati dagli organizzatori del contest.

(articolo scritto in collaborazione con Salvo Re)