Manca ormai poco per l’inizio dei lavori di recupero ai prospetti della Casa del Clero “Opera Assistenza Sacerdotale Interdiocesana – Maria Ss. Annunziata” ad Aci Sant’Antonio. La firma è stata posta venerdì scorso, nei locali della Curia diocesana. È stato stipulato il contratto con la ditta esecutrice dei lavori, alla presenza di mons. Giovanni Mammino, vicario generale di don Angelo Milone, direttore dell’Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici e di don Gianpaolo Bonanno, direttore dell’Oasi.

Saranno interessati i prospetti nord, ovest e ovest interno che verranno ristrutturati e risanati, per un costo totale di circa 200mila euro. La “Casa del Clero“, è una struttura che non si limita solo ad essere un punto di riferimento per i sacerdoti che chiedono di vivere in serenità, gioia, fraternità sacerdotale ed amicizia, non solo appartenenti alla Diocesi di Acireale, ma è luogo anche di ritiri, formazione, aggiornamento e accompagnamento spirituale del Clero.

Il direttore dell’Oasi, don Gianpaolo Bonanno esprime parole di soddisfazione e gratitudine verso coloro che hanno sostenuto il progetto con discrezione e generosità, in primis il Vescovo mons. Antonino Rampanti e gli uffici di Curia. Don Gianpaolo entusiasta per l’inizio dei lavori ci tiene a sottolineare come la struttura ha come funzione principale quella dell’accoglienza. La pazienza, dopo tanti sacrifici e dedizione che si è avuta, alla fine ha portato i frutti sperati.

(articolo scritto in collaborazione con Salvo Re)