L’Acireale conferma il suo trend positivo e batte, come all’andata, la Cittanovese dell’ex giocatore ed allenatore granata Pietro Infantino, non presente in panchina in quanto squalificato. Con l’avvento sulla panchina granata di mister De Sanzo e con la partenza di alcuni giocatori importanti, sembra che la squadra abbia acquistato più autostima formando un gruppo unito dove tutti giocano l’uno per l’altro, aiutandosi nei momenti di difficoltà.

Naturalmente il merito principale è giusto che vada al tecnico, chiaro nelle sue idee che, con semplicità e senza inventare nulla, è entrato in punta di piedi tra i giocatori, facendo sentire importanti tutti, under compresi. È riuscito a toccare le loro corde che, magari, precedentemente si erano un po’ allentate portando serenità, sfruttando alcuni giocatori che prima giocavano raramente e sistemando meglio la disposizione tattica del materiale umano trovato. Il mister granata sin dal suo arrivo, ha chiesto ai suoi giocatori di vincere, ma anche, di partita in partita, di far vedere dei progressi a livello di concentrazione, mentale e di prestazioni. Ed i giocatori, viste le quattro vittorie consecutive, stanno rispondendo alla grande. Dodici punti ottenuti in 5 gare.

Contro la Cittanovese, non è stato facile vincere; la classica gara che si poteva sbloccare con un episodio favorevole e così è stato. Infatti gli ospiti hanno fatto di tutto per interrompere le trame di gioco dei granata. Privi della qualità di capitan Savanarola (buona la prestazione di Joao Pedro), la squadra con pazienza, unita, cinica e spietata, in una delle non molte occasioni create, realizza con il bomber De Felice, a dieci minuti dalla fine, il gol della meritata vittoria.

Al 4′ Tumminelli sulla destra, mette un pallone per Pozzebon, la cui conclusione finisce fuori. Anche se i granata hanno il possesso palla in mano, le conclusioni verso la porta difesa da Latella sono ininfluenti. Al 39′ Losasso conclude alto.

La ripresa inizia con Dorato che al 2′ impegna Mazzini che para. Al 6′ sulla conclusione di Cosenza, è bravo ancora Mazzini a parare la conclusione del giocatore ospite.

L’Acireale sblocca la partita a dieci dalla fine: lancio lungo di Viscomi per la spizzicata di Pozzebon in area, dove De Felice prima si coordina bene, controlla il pallone con il petto e allungando la gamba sinistra, tiene la sfera bassa e la indirizza nell’angolino basso, alla sinistra di Latella, vanamente proteso in tuffo. Un gran gol per preparazione ed esecuzione. Ottavo sigillo stagionale per il bomber granata.

Fino al fischio finale, i granata controllano agevolmente lo scorrere anche dei cinque minuti di recupero conquistando tre punti preziosi che servono a conservare il quarto posto in classifica.

Il tabellino di Acireale-Cittanovese 1-0

Acireale: Mazzini, Strumbo, Viscomi, Raia, Tumminelli, Buffa, Cozza, Joao Pedro (68′ Russo), La Vardera, De Felice (84′ Ba), Pozzebon. A disp.: Ruggiero, De Pace, Iania, Cannino, Mauceri, Celentano, Ndiaye. All. Fabio De Sanzo.

Cittanovese: Latella, Zinfollino, Petrucci(84′ Isabella), Lo Nigro(81′ Fuschi), Scuderi, D’Angelo, Losasso(84’Viola), Cosenza, Dorato, Giorgiò(39′ Ndreu), Napolitano (57′ Crucitti). A disp.: La Cagnina, Meola, Alfano, Felice. All. Domenico Quattrone.

Arbitro: Claudio Campobasso di Formia
Reti: 80′ De Felice

(articolo scritto in collaborazione con Salvo Re)