Un episodio di inciviltà di un automobilista ha riacceso la querelle sulla Ztl. La zona a traffico limitato, lo ricordiamo, è stata reintrodotta al centro del Comune acese, come vi avevamo raccontato in precedenza. I cittadini si sono a tutti gli effetti divisi sull’utilità costringendo così il sindaco Stefano Alì a rimodulare più volte la Ztl.

Tornando all’episodio di inciviltà, questo il racconto: due coniugi lasciano l’auto in sosta vietata in un tratto di via Galatea, impedendo all’autobus di linea di percorrere l’arteria e creando una fila interminabile di automobilisti scalpitanti per una buona mezz’ora.

Questo il commento dell’assessore alla Municipalità, Francesco Coco: “Quello che è successo ieri, con la Ztl non c’entra nulla, un’auto in sosta vietata ha impedito il passaggio dell’autobus in via
Galatea, percorso necessario da quando è stata eliminata la corsia preferenziale su via Vittorio Emanuele. I vigili sono intervenuti sanzionando gli autori della sosta vietata.

È necessario sottolineare che l’attuale Ztl non è altro che un’attuazione molto soft di quella realizzata lo scorso anno, in attesa di tempi migliori. È stata pensata perché, essendo il Comune in zona arancione, consente ai cittadini un minimo di spazio di civiltà in cui poter godere di un po’ di benessere. Fra l’altro eliminando le auto in piazza Duomo si crea più spazio e si evitano gli assembramenti.

Via Galatea è un tema atavico, comprendo il malessere dei residenti. Molti automobilisti, però, preferiscono percorrere via Galatea per raggiungere la zona nord di Acireale, piuttosto che utilizzare la Statale 114.

Tuttavia dal prossimo fine settimana abbiamo previsto una rimodulazione della Ztl. Per gli automobilisti provenienti da corso Savoia non sarà più possibile raggiungere il parcheggio Cappuccini da via Genuardi, dove si forma solitamente il collo di bottiglia. Ma dovranno seguire il percorso che da via Paolo Vasta conduce in viale Regina Margherita e quindi al parcheggio Cappuccini”.