Pochi giorni fa, a San Gregorio, si è tenuto un concorso per quattro posti da vigile urbano; avevano fatto domanda 28 persone ma alla fine se ne sono presentate solo otto. Come mai le altre non hanno partecipato?

Domanda legittima in un momento lavorativo complicato come questo. Domanda (non l’unica) che si è posto l’avvocato e presidente del Consiglio Comunale Ivan Albo che ha scritto sulla sua pagina Facebook: “Siamo sicuri che non c’è davvero lavoro? Oppure si predilige il reddito di cittadinanza?

Forse non ci si vuole impegnare culturalmente per conquistarsi un lavoro onesto e decente? Oppure si preferisce rinunciare ad una importante opportunità professionale (non capisco per cosa). Dietro un problema occupazionale si costruiscono alibi? Diciamo che tolti i casi di forza maggiore e di conseguita altra occupazione (se ce ne fossero tra questi), a me sfugge qualcosa!”

Incalzati da queste domande, gli utenti, sotto il post, hanno commentato che la notizia del concorso non è stata “pubblicizzata” a sufficienza dal Comune dato che non tutti ne erano a conoscenza. Altri sostengono che la gente sa come funziona “il sistema” lasciando intendere che i posti fossero già assegnati ai raccomandati.