La Polisportiva Hockey Valverde femminile torna dalla due giorni in Lombardia a bottino pieno. Le ragazze allenate da Trinidad Canon, dopo il successo di ieri pomeriggio in campionato sull’Argentia, si sono regalate una nuova soddisfazione prevalendo per 1-3 nell’odierno match di Coppa Italia contro il Cus Padova, regalandosi la qualificazione alla fase finale del torneo.

Intenzioni perfettamente concretizzatesi con il vantaggio veneto firmato da Scudier. A ribaltare gli equilibri della contesa è la solita Paloma Cuadrelli, che con una doppietta lancia le valverdesi. Il tabellino è poi chiuso da Dalila Mirabella.

Trinidad Canon commenta così la gara ed il week end della sua squadra: “Abbiamo compiuto alla perfezione la missione di questo fine settimana che era quella di vincere le due partite. A livello atletico non è stato facile, soprattutto perché non avevamo tutti gli effettivi a disposizione. Oggi abbiamo avvertito un po’ di stanchezza. All’inizio è stata dura da sbloccare e ci siamo trovate sotto. In seguito siamo state brave a prendere in mano la partita, ribaltandola e chiudendola, sapendo controllarla fino alla fine. Adesso torniamo a pensare al campionato ed al lavoro da fare nei prossimi giorni. La prossima settimana arriverà l’Amsicora pluricampione d’Italia a Valverde. La classifica della Serie A1 è adesso stimolante, è tutto aperto”.

A2. Esordio di campionato poco fortunato per la formazione maschile, di scena a Roma, in casa della Lazio Hockey, che prevale 2-1. I valverdesi vanno sotto grazie alle reti capitoline firmate da Crema e Angius, quest’ultimo su corto, nei minuti finali della prima frazione. Per gli ospiti colpisce Gino Romani, nel finale, abile a capitalizzare una variante su corto.

Il coach della Hockey Valverde Angelo Giulio guarda il lato positivo e sottolinea la gara dei suoi: “Una buona prestazione della squadra. Abbiamo preso i gol a fine primo tempo e nella seconda parte abbiamo provato in tutti i modi a riequilibrare il conto. La Lazio è una delle squadre più accreditate del girone e noi venivamo da oltre un anno di inattività. Abbiamo dato il massimo”.