Dopo oltre due settimane di stop l’Handball Club Mascalucia torna in campo. Avversaria di turno la capolista Noci, presenza fissa ormai del girone C e quest’anno pronta a giocarsi il tutto per tutto per il salto di categoria.

“In queste settimane ci siamo allenati con la consapevolezza che sarà un match abbastanza delicato. Abbiamo davanti la capolista Noci, una squadra giovane ma forte e ben messa in campo”. Questo le parole del presidente Sergio Pagano, che nonostante le premesse ha ottime aspettative per il match in programma sabato 20 alle 19. “Siamo consapevoli che la nostra squadra rispetto agli anni precedenti non sia la stessa, ma la voglia di dimostrare che siamo sempre tra le prime del girone c’è sempre. I ragazzi sono molto motivati, il mister sta cominciando a dare una sua impronta alla squadra e sono sicuro che faremo una bellissima partita. Gli stimoli saranno tanti, sia per noi che ci troveremo di fronte il Noci, sia per loro che vorranno fare bene al Palawagner”.

E a proposito di Palawagner, un pensiero non manca per i propri tifosi, spesso e volentieri vero uomo in più pronto a trascinare la squadra: “La nota dolente continua ad essere la mancanza di pubblico, che per la nostra squadra è un punto di forza notevole”. Tifosi che potranno seguire la diretta nella pagina Facebook “Handball Club Mascalucia” e far sentire il proprio calore anche attraverso i freddi schermi di computer e smartphone.

Under 19. Il giovane portiere dell’Hc Sebastiano Coppola è stato convocato nel raduno nazionale under 19. Un fiocco azzurro che inorgoglisce la società, particolarmente fiera dell’ennesima presenza in nazionale da parte di un tesserato del Mascalucia. Un primo stage si è tenuto a Chieti dal 21 al 24 febbraio con ben 21 atleti convocati nel centro tecnico federale.

Sotto gli ordini del direttore tecnico Riccardo Trillini e del tecnico della selezione giovanile Boris Popovic, Sebastiano Coppola e gli altri 20 giovani azzurri hanno affrontato 3 giorni di lavoro per portare avanti l’attività di preparazione in vista degli impegni ufficiali primaverili. Dal 30 aprile al 2 maggio, infatti, anche la selezione U19 sarà impegnata nel girone di qualificazione mondiale, con Israele, Russia e i padroni di casa dell’Austria.

Un impegno che Coppola si appresta a vivere con il piglio giusto: “Essere convocato in nazionale è, come sempre, un grandissimo privilegio. Non è la prima volta e cercherò, come fatto in passato, di onorare al meglio l’impegno”. Obiettivo chiaro e limpido per il giovane classe 2002: “mi giocherò il tutto per tutto e suderò per far parte della selezione che andrà in Austria. Spero, sinceramente, di essere all’altezza di questo evento”.