Grazie ad una convenzione con la Rete Ferroviaria Italiana (RFI), il Comune di Acireale ha comunicato che sorgerà nella zona di Via Catusi un nuovo parcheggio dotato di ottanta posti con anche il servizio di bike sharing.

L’opera verrà realizzata grazie ad un finanziamento pari a 400mila euro stanziato dall’assessorato regionale alle Infrastrutture, retto dall’on. Marco Falcone. A riguardo, il sindaco, ing. Stefano Alì, e l’assessore a Piani e progetti per la mobilità sostenibile nonché vicesindaco, ing. Carmelo Maria Grasso, hanno espresso allo stesso assessore Falcone “un sentito apprezzamento per l’impegno rivolto alla crescita infrastrutturale”.

Il parcheggio di via Catusi va ad inserirsi nel più ampio progetto di intermodalità avviato dall’Amministrazione comunale che prevede anche la costruzione della fermata ferroviaria “Cappuccini”, anche questa frutto di una sinergia con Rfi.

In attesa che avvenga la consegna dell’area, prevista per la prossima settimana, l’assessore al ramo si è espresso così: “Questa Amministrazione ha agito nell’ottica della pianificazione e della programmazione – ha osservato l’assessore Carmelo Maria Grasso – ed è in quest’ottica che va considerato anche il parcheggio di via Catusi, primo intervento che trasformerà i trasporti, inserendosi in un sistema che metterà in rete la stazione ferroviaria di Acireale con la nuova fermata “Fontanarossa” e con la metropolitana di Catania, attraverso il nodo di scambio di piazza Giovanni XXIII.

E’ un’opera di rilevante importanza anche sul piano ambientale – ha concluso il vicesindaco Grasso – perché coniuga l’interazione tra gomma e ferro, posto che il trasferimento da Acireale a Catania e viceversa risulta essere il più inquinante della zona, secondo gli studi che sono stati eseguiti nell’ambito del Piano urbano della mobilità (Pum) e del Piano generale del traffico urbano (Pgtu)”.