Una poderosa scarica di punti, 24 su 26 con una gara in meno. Questi i numeri 2020-2021 dell’Aetna Mascalucia, che torna in Serie A2 dopo cinque anni. L’ultimo ostacolo era Avola, avversario senza particolari esigenze sui titoli di coda della B maschile.

La vittoria, sofferta più che mai, per 30-29 a novanta secondi dal termine ha consegnato la categoria superiore ai blu-gialli, al termine di una lotta a tre durata sin dalle prime battute stagionali. Ci hanno sperato sia Girgenti, che sabato non ha giocato in casa de Il Giovinetto (gara da recuperare), e Aretusa, tenute a debita distanza dall’Aetna grazie agli scontri diretti: una classifica, quella che vede la capolista a quota 24 e le inseguitrici a 20, che va letta tenendo conto di alcuni recuperi da effettuare non solo delle inseguitrici ma anche quello contro lo Scicli (in zona rossa ultimamente) che la neopromossa dovrà disputare al Pala Wagner. Decisive dunque le vittorie su agrigentini, ben due e netta in particolare quella in campo esterno di qualche settimana addietro; e siracusani,  in grado di infliggere l’unico ko all’Aetna quando correva la terza giornata, sconfitta poi vendicata a Mascalucia: questo il segnale del decollo definitivo verso la A2.

“Non brillante, è vero, la prestazione di Avola – confessa il Team manager Piero Pistone -. Un avversario sottovalutato già in partenza. Alla fine otteniamo una promozione che era assolutamente impensabile a settembre, mese in cui è partita la preparazione con 20 atleti, 10 senior e 10 giovani di categorie Under 15 e Under 17.  L’obiettivo era far crescere i giovani; con il lavoro di tutti, col passare delle settimane, ci siamo ritrovati a lottare con Girgenti ed Aretusa, sicuramente più attrezzate, per la vittoria finale. Credo che proprio con loro abbiamo giocato le migliori gare ci hanno permesso di mettere la freccia ed ottenere un risultato importante, anzi due, perché i nostri giovanissimi hanno dimostrato di saperci stare bene in campo grazie al lavoro dei tecnici Giovanni Somma e Salvo Battiato. Ci resta da recuperare una gara contro lo Scicli, poi concentrazione sui campionati giovanili Under 13, 15 e 17, dove vantiamo un gemellaggio con Albatro Siracusa”.

Il futuro. “Prossimo anno e un’eventuale A2? Da qui a giugno servirà trovare soluzioni e, per soluzioni, intendo sponsor che possano aiutarci economicamente ma soprattutto una struttura dove poter fare allenamenti all’insegna della normalità  per una squadra di A2”.

L’organico dell’Aetna Mascalucia, protagonista di quest’annata.

Atleti: Squillaci, Celano, Zappalà, D’Andrea, Delitala, Magnifico, Quattrocchi, D’Urso, Carpentieri, Battiato, Somma D., Somma G., Trovato, Pistone M., Giuffrida, Cristaldi, Tilotta, Galati, Asero, Ravidà, Aiello, Musumeci, Amato.

Dirigenza: Presidente Sebastiano Leonardi, Team manager Piero Pistone; Gabriella Consoli. Tecnici: Giovanni Somma, Salvo Battiato, Angela Coppola, Michele Lo Tauro.