Domenica è andato in scena il terzo concentramento siciliano della zona orientale dell’isola tra Handball Club Mascalucia, Keyjey Pallamano Ragusa e ASD Albatro Teamnetwork di Siracusa. I concentramenti riguardano la categoria under 19, in quanto, causa Covid-19, non possono svolgersi campionati regolari ma solo singole partite.

Le prime due classificate della zona orientale si sfideranno poi in una final four contro le prime due della zona occidentale (CUS Palermo, TH Alcamo e ASD Pallamano Giovinetto di Petrosino). Le partite andate in scena al palazzetto Lo Bello di Siracusa hanno sancito la chiusura dei concentramenti d’andata, in cui il Mascalucia ha perso di sole 3 lunghezze contro i ben più quotati padroni di casa nella prima partita (23-20), dominando poi la seconda contro il Ragusa, conclusasi con il risultato netto di 29-20.

Il tecnico Gabriele Costanzo (foto), tra gli atleti più rappresentativi della formazione senior e tecnico della selezione U19: “Il primo match è stato indubbiamente pieno di errori da entrambe le parti. Il secondo contro il Ragusa, invece, ha mostrato le reali potenzialità di questa squadra e le 9 reti di vantaggio finale sono la dimostrazione”.

Per Costanzo un pensiero è sicuramente volto al futuro, in special modo alle final four che, viste le 6 lunghezze di distanza dal Ragusa (ultimo a 0 punti), sembrano una formalità: “L’assenza di pratica si è fatta sentire inizialmente, speriamo che tramite gli allenamenti miglioreremo per i concentramenti di ritorno, in cui daremo il tutto per tutto”. Una parola, però, non può mancare per i propri ragazzi: “tra i migliori di questi ultimi incontri indubbiamente il nostro Sebastiano Coppola, Endi Xhetani e Giorgio Cantone, a cui faccio un grande plauso per le partite disputate e gli allenamenti svolti durante queste settimane”.