Un turno ricco di emozioni in Serie B maschile dove hanno vinto tre (Roomy, Papiro e Gupe) delle cinque formazioni etnee impegnate nei due minigironi L1 e L2.

Al Pala Abramo di Catania la Roomy Saturnia Mca Energie compie l’impresa e vince la seconda gara stagionale al tie break, battendo 3-2 Cinquefrondi in un’importante sfida per la permanenza del gruppo L1. Dopo il doppio svantaggio – frutto di 13 errori al primo set (18-25) e di uno scivolone nel momento clou della gara che aveva registrato +7 Roomy trascinando il secondo parziale ai vantaggi (25-27) – la squadra guidata da Giovanni Barbagallo è riuscita ad invertire la rotta nel segno di capitan Alberto Nicotra (a segno 28 volte in totale, foto) e Andrea Cassaniti (15 punti): il 25-19 del terzo set ha così riaperto i giochi. Nicotra ha inciso anche nel quarto set con 3 ace spettacolari nella fase clou. Con la gara giunta ai vantaggi (24 pari), un attacco dal centro di Rapisarda (per lui 8 muri vincenti e 12 punti) e una contestata palla in out (26-24) hanno fatto la differenza per i catanesi. Al tie break all’8-5 della prima parte, Cinquefrondi ha risposto pareggiando i conti sul 13-13: a questo punto, una giocata difensiva di Nicotra ha dato il là a una schiacciata di Maccarrone (8 punti in totale) ed un attacco del centrale Marco Libra (uno dei 3 punti fondamentali per la vittoria) per il 15-13 definitivo. La Roomy sale a quota 4 e sabato viaggerà, in occasione dell’ultima di andata, alla volta di Fiumefreddo, ospite della Costa Dolci Papiro (foto).

Papiro che a Vibo Valentia ha conquistato la seconda vittoria di fila e sempre in trasferta. 6 punti ed un notevole rilancio in classifica oltre a una partita ancora da recuperare, risalente alla prima giornata, col quotato Letojanni. Risposta imperiosa dopo il ko per 25-18 del primo set ed uno svantaggio sino a metà del secondo parziale (16-15): il 22-25 finale riporta il match in parità e rappresenta la chiave per il sorpasso che si materializza a metà del terzo set con un +4 che mette le ali al Papiro, abile a chiudere sul 15-25 anche l’ultimo set di giornata. Ristani con 17 punti e Di Franco con 15 sul trono degli scorer fiumefreddesi.

Nel gruppo L2 la Centro Sicilia Gupe che vince non è più una sorpresa. Quarto cin cin di fila in 4 giornate e lotta per il vertice che si profila come un discorso a due col Pozzallo. E sabato, per l’ultima d’andata, supersfida in terra ragusana.

A Battiati la capolista, di fronte a Partinico, parte bene con Turlà per poi cedere a Ranelli e La Rosa ma con un Raffaele Saitta in grande spolvero (18 punti) va avanti al primo set (25-20). Belluomo allunga al secondo (25-16). Scuderi inaugura il parziale successivo che vede Turlà in ace e Saitta chiudere la contesa (25-21). Il commento di quest’ultimo: “Vittoria molto importante, queste sono le partite più delicate e noi siamo stati bravi. Primo set faticoso, nel secondo e terzo abbiamo gestito e mantenuto il vantaggio racimolato. Il rendimento quest’anno sarà una bella sfida. Margini di miglioramento ce ne sono tantissimi. Questo è un gruppo giovane e che ha voglia di stare insieme e allenarsi quindi sono fiducioso”.

Come detto, Pozzallo secondo del girone. 3-1 al Volley Catania in caduta libera che dopo i due sorrisi iniziali ha ceduto di fronte alle battistrada. Il momentaneo pareggio, ottenuto col punteggio di 22-25, non è bastato per tornare dalla trasferta iblea con almeno un punto in tasca (locali avanti per 25-16 e 25-12, per poi chiudere con 25-20). Sabato trasferta a Palermo, corsaro a Bronte per 3-2 sull’Aquila.