Lo scorso novembre il via ai lavori di ristrutturazione del Palazzetto dello Sport “Giuseppe Coco”, interdetto da cinque anni circa. Su come procede l’opera di restauro, finanziato dalla Regione Sicilia-Assessorato alle infrastrutture, di uno degli impianti più attesi non sono nella cittadina di Viagrande ma anche in tutto l’hinterland etneo, il primo cittadino Franco Leonardi comunica che procedono a buon ritmo e secondo i programmi. Nel dettaglio una nota di ieri.

“Assieme all’Assessore allo sport e vicesindaco Mauro Licciardello abbiamo compiuto un sopralluogo al fine di continuare a seguire con attenzione l’avanzamento di una delle opere più attese dalla cittadinanza”.

Nel dettaglio: “In questa fase è in corso la sostituzione degli infissi delle ampie vetrate del palazzetto, intervento che è stato portato avanti con il montaggio di due ponteggi. In corso di realizzazione anche la recinzione per separare i percorsi di accesso e di uscita del pubblico da quelli degli atleti e dei giudici di gara. È stata completata, invece, la rimozione del controsoffitto, operazione tutt’altro che semplice”.

Fu proprio per questa causa che si decretò la chiusura della struttura anni addietro. “Il progetto prevede anche la totale rimozione dell’attuale tetto che verrà sostituito con una nuova copertura ed anche l’adeguamento dell’impianto di illuminazione, della centrale termica e delle uscite di sicurezza dal campo da gioco. Si procederà anche a realizzare una pavimentazione sportiva per il campo da gioco. La consegna dei lavori del “Giuseppe Coco”, come da contratto, è fissata per la metà del mese di luglio”.