Dopo la sconfitta contro il San Luca, l’Acireale, spalle al muro, tira fuori l’orgoglio e il carattere sconfiggendo in rimonta l’Fc Messina nel recupero della dodicesima giornata e lo scavalca al secondo posto in classifica.

Una partita non particolarmente bella sul piano del gioco vista la posta in palio ma sicuramente molto intensa.

Acesi che schierano un 4-2-3-1 con Savanarola, Rizzo e Souarè alle spalle dell’unica punta Pozzebon. Messinesi invece con un 4-3-3 dove spiccano a centrocampo Francesco Lodi, alla prima da titolare, e l’ex Arena sulla destra del tridente offensivo.

Primo tempo

Pronti via e match che si mette subito in salita per i granata: al terzo minuto Lodi batte corto una punizione verso Ricossa, splendido lancio lungo per Arena, lasciato incredibilmente dalla difesa di casa, stop e tiro che non dà scampo a Mazzini.

Messinesi che si mettono sulla difensiva tenendo il baricentro basso intasando le zone centrali del campo.

Acireale che reagisce immediatamente con un cross dalla destra di Souarè, sponda di testa di Savanarola per Rizzo, acrobazia dell’argentino ma Marone respinge.

Sarà però l’unica vera chance del primo tempo per pareggiare perché, come visto spesso quest’anno, la squadra di Pagana fatica a manovrare il gioco velocemente permettendo così alla difesa avversaria di schierarsi con facilità.

Secondo tempo

Nella ripresa Pagana inserisce al 54′ Mbaba per Cannino e sposta Savanarola al fianco di Pozzebon allargando Rizzo a destra e Souarè a sinistra. Ma è da calcio piazzato che gli acesi pareggiano: grande punizione di Rizzo dalla destra, appena fuori l’area, che si infila sotto l’incrocio.

Sulle ali dell’entusiasmo, i padroni di casa insistono e poco dopo passano in vantaggio: corner di Rizzo, la difesa libera male, il pallone si impenna, il portiere non esce e Buffa di testa non perdona facendo esplodere la panchina acese.

Ci si aspetta adesso un Fc Messina arrembante ma in realtà la retroguardia acese non rischia quasi mai anzi si aprono gli spazi per le ripartenze. Una di queste è guidata all’80’ da Mbaba che, dopo aver saltato un paio di avversari, tenta il tiro a giro di sinistro ma finisce di poco a lato.

Sei minuti di recupero ma ancora granata pericolosi quando Mazzini rinvia profondo verso il neo entrato De Felice che supera in velocità D. Marchetti ma viene steso: cartellino rosso per il difensore messinese in quanto ultimo uomo.

Questa è l’ultima emozione del match: l’Acireale così sorpassa in classifica l’Fc Messina e si porta a meno quattro dalla vetta con una partita da recuperare.

Il tabellino di Acireale-Fc Messina

Acireale: Mazzini, Cannino (54’ Mbaba), Silvestri, Viscomi, La Vardera, Cozza (84’ Ba), Buffa, Savanarola, Rizzo (81’ Mauceri), Souarè (71’ Orlando), Pozzebon (90’ De Felice). In panchina: Ruggiero, Iania, Bongiovanni, Russo. All. Pagana.

Fc Messina: Marone, Aita, Marchetti, Fissore, Ricossa, Palma, Lodi, A. Marchetti (68’ Bevis), Arena, Caballero, Carbonaro. In panchina: Monti, Da Silva, Giuffrida, Coria, Casella, Panebianco, Bianco, Garetto. All. Criaco.

Reti: 3’ Arena, 59’ Rizzo, 64’ Buffa
Note: espulso D. Marchetti