Pari di sostanza in casa del Real Augusta per un combattivo Mascalucia C5, nel recupero della giornata 7 di Serie B e a 3 giorni di distanza dalla sconfitta 7-3 di Palermo, ha impattato martedì in uno scontro diretto per la permanenza e senza atleti di un certo peso come Finocchiaro, Nicolosi e D’Arrigo. Il punto vale la doppia cifra in classifica, 10 punti, a +3 dalla zona a rischio playout e con alcuni recuperi da sostenere.

Il Mascalucia va a segno con Pagano (foto) e Longo per il 2 pari dell’intervallo. Nella ripresa la possibile svolta, etnei a +2 con Pagano e Scuderi ma la reazione del Real consente di bucare 3 volte l’avversario per un incredibile parziale di 5-4.

La risposta di Longo rimette i conti in ordine ma dall’altra parte il Real sogna il bottino pieno con il nuovo vantaggio di giornata. Spento da Pagano che sigla il definito 6-6, trascinando il Mascalucia sino al clamoroso possibile sorpasso, non materializzato per alcune occasioni non sfruttate, contro un buon Augusta.

“C’è rammarico perché si poteva segnare di più – la disamina del tecnico Dario Distefano -, ma dobbiamo raccogliere ciò che di buono abbiamo fatto per lavorare sulle prossime partite. Dobbiamo imparare ad essere più cattivi, solo così si superano i momenti difficili come quello che stiamo attraversando. In ogni caso, sono fiducioso. Contro il Canicattì daremo tutto”.

Si giocherà domani, al Pala Wagner, l’incontro valido per la giornata 18 (settima di ritorno) a partire dalle ore 16. Tra le altre gare di questo turno di  campionato ormai alle porte spiccherà, in chiave-salvezza, Pro Nissa-Acireale mentre riposerà Casali del Manco.